Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Torrente Palvico

Link Scheda Catasto

 

Scheda Tecnica

Comune: Valle d'Ampola -Storo(Trento)

Dislivello: 140m. (Da q.540 a q.400)   

Sviluppo: 1000 m. 

Tempo Avvicinamento da Valle: 40 min

Tempo Discesa: 3 h.   

Tempo Ritorno: 5 min

Navetta: Si, 4 Km.

Vie d'uscita:

Si, alla presa d'acqua

Numero calate: 8

       Calata max: 46 mt.

Impegno: Alto  

Difficoltà: v4 a3 III Mediamente tecnico

Corda: 2 x 60 m.

Periodo: Maggio - Ottobre

Ancoraggi: Buoni

Opere Idrauliche: Si, 1 captazione

Palvico

Presentazione 

Canyon molto suggestivo e chiuso che a valle forma alcuni inforramenti magnifici dove penetra poca luce.

Presenta una bella varietà di situazioni pur essendo abbastanza breve.

Salti, toboga e belle calate si alternano in successione, la corda viene usata 6 o 7 volte.

L'acqua è sempre molto pulita, uno dei percorsi più belli del Nord Italia, importante verificare la portata prima di percorrerla.

  

 

Accesso a valle

Da riva del Garda imboccare la galleria che porta in Val di Ledro e proseguire lungo la S.S 240 fino al passo d'Ampola, superarlo e scendere fino a Storo.

Poco prima del paese, vicino al centro sportivo, si prosegue con indicazione Parco Piane finche la strada non finisce vicino ad una centrale termica.

Dal parcheggio in pochi minuti si segue il sentiero turistico(area pic-nic) che porta al laghetto di uscita, potendo cosi valutare la portata dell'ultima calata da 55 m.

Accesso a monte:

Con la seconda auto ritornare sulla S.S. 240 in direzione Riva del Garda e dopo 3 Km.  e alcuni tornanti la strada si avvicina al letto del fiume, parcheggiare in uno slargo (Km.47,5)con bidone dei rifiuti e con cartello "pericolo di piene improvvise".

Descrizione:

PalvicoLa forra inizia con una camminata di 10 minuti sul greto del torrente, con due punti da superare in disarrampicata.

Di seguito il primo salto di 8 metri ed il successivo di 10 metri che porta ad una stupenda caverna con laghetto.

Un ulteriore saltino porta al laghetto che precede la diga. da questa una bellissima strettoia con una successione di 2 cascate di 15 e 20 metri (accorciabile a 15 facendo il tuffo), poi due tuffi da 5 e 3 metri portano alla stupenda cascata finale (50 metri), in cui l'acqua non da noia perche scorre lungo la levigata parete.

Con portate alte si trova un'armo a sinistra, piu scivoloso ma completamente fuori dall'acqua. A metà di questa calata c'è un'ulteriore sosta a 25 metri, da utilizzare solo in caso di emergenza.

Tuffi a volontà dalla briglia di fronte alla centrale idroelettrica, attenzione al fondale, e toboga finale nel canale che porta l'acqua alla troticultura.

 

 

mappa palvico         Luca jump

 

contentmap_plugin